PRENOTA UN TAVOLO A PRANZO O A CENA

PUOI EFFETTUARE UNA PRENOTAZIONE CONTATTANDO IL NUMERO 02.8250046 O DIRETTAMENTE ONLINE, INVIANDO RICHIESTA DAL NOSTRO SITO WEB.

Chiuso la domenica ed il sabato a mezzogiorno. La Trattoria Burlagiò sarà chiusa per ferie fino al 28 Agosto. Buone vacanze!

PRENOTA SUBITO

Scarica e stampa uno o più coupon per usufruire di uno sconto del 10% su tutto il menù alla carta!

Hai mangiato bene? Lascia un commento o scopri cosa dice di noi chi ha assaggiato la nostra cucina con TripAdvisor.

Eventi, serate musicali e molto altro. Ci piace organizzare cene con degustazione: le serate del Burlagiò non deludono mai!

TUTTA LA TRADIZIONE DELLA CUCINA MILANESE

La Trattoria Burlagiò è un’osteria milanese che sorge sulla riva del Naviglio Pavese, dove è possibile gustare i piatti regionali della tradizione.

Ormai anche a Milano durante la settimana, nella pausa pranzo spopolano take away, piatti surgelati e panini. Noi seguiamo i punti cardine della cucina di Milano, utilizzando solo ingredienti di primissima qualità per garantire sempre piatti buoni sani e ricchi di tradizione!

UN PRANZO TIPICO ALLA TRATTORIA BURLAGIO'

Il primo piatto tradizionale del Burlagiò è il mitico risotto giallo. La leggenda racconta che a metà del 1500 alla Fabbrica del Duomo lavorasse una comunità di Belga guidati da tale Valerio di Fiandra, il cui compito era di lavorare alle vetrate colorate con episodi di vita di Sant’Elena.

Tra i discepoli del Valerio c’era un giovane molto abile che riusciva a dare speciali tonalità ai colori aggiungendo zafferano. Il giorno del matrimonio della figlia del mastro vetraio, il discepolo convinse i cuochi a mescolare un po’ di zafferano nella portata di riso. Dopo lo stupore iniziale i commensali decretarono il pieno successo dell’operazione: da allora il risotto giallo con lo zafferano è entrato nella tradizione della cucina milanese.

Tra i secondi tipici al Burlagiò spiccano la già citata cotoletta alla milanese impanata, l’ossobuco (spesso servito come piatto unico insieme al risotto giallo) e la Cassoeula.

Sulla tavola non deve mancare il formaggio, a conclusione del pranzo. I formaggi che si mangiano al Burlagiò arrivano dalle campagne circostanti e dalle valli alpine. Tra questi i più diffusi si possono citare il Bagoss, formaggio stagionato bresciano, il Bitto della Valtellina, i Caprini, la Crescenza o Stracchino, le Formaggelle aromatizzate con erbe di montagna e naturalmente il Gorgonzola, dolce o saporito, da mangiare da solo, ma perfetto anche per risotti e da far sciogliere sulla polenta bollente.